Il riso bio cambogiano punta all’Europa con RiceTechCambodia

risaiacambogia

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

E’ stato avviato in questi giorni in Cambogia il progetto quinquennale chiamato RiceTechCambodia. Si tratta di un piano per il miglioramento delle risaie biologiche, finanziato dall’agenzia olandese delle imprese, che coinvolge enti ed imprese di calibro internazionale tra cui Sanorice, Rice, Oxfam, Development and Partnership in Action, Larive International e il Dipartimento provinciale agricolo di Mondulkiri.

Il progetto si propone di sostenere i piccoli agricoltori aiutandoli a ottenere la certificazione per la produzione di riso biologico, migliorandone la redditività e aprendo loro le porte del mercato europeo.

Oltre 1.300 produttori coinvolti nel progetto riceveranno una formazione approfondita sull’agricoltura biologica e circa le best practices da adottare. Sarà inoltre data loro la possibilità di accedere alle strutture di essiccazione, stoccaggio e lavorazione per migliorare la qualità dei prodotti a base di riso.

La Cambogia è un Paese agricolo: circa l’80% della popolazione è costituita da agricoltori; nel 2018 la produzione di risone è stata di circa 10,8 milioni di tonnellate, con un export di riso lavorato che, secondo un rapporto del governo locale, ha toccato le 342.045 tonnellate nei primi otto mesi del 2019.

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ