Il Friuli Venezia Giulia lancia gli Ecomusei

Friuli%20venezia%20giulia.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Il Friuli Venezia Giulia è una regione ricca di bellezze naturali e artistiche. Le tradizioni antiche ed una natura in parte ancora selvaggia e poco sfruttata, hanno spinto alla realizzazione dell’iniziativa Ecomusei, dove arte e natura si incontrano. L’offerta proposta ai turisti è un misto di storia, gastronomia e usanze tornate a splendere grazie alla memoria collettiva. Biodiversità, letteratura e altri aspetti culturali cattureranno – nell’intenzione dei promotori – l’interesse dei visitatori più attenti e curiosi.

 

Uno degli Ecomusei è quello Acque del Gemonese, che ruota attorno alla sostenibilità ambientale, economica e sociale, offendo inoltre diversi modelli di gestione del territorio senza l’uso del cemento, ma valorizzando tutto ciò che è connesso alla natura; nel caso specifico è riportato l’esempio del lago del luogo, ai piedi delle Prealpi Giulie.

Una seconda offerta di visita green è quella delle Dolomiti Friulane: la proposta didattica del museo ‘Lis Aganis’ è particolarmente adatta ai bimbi e alle scuole che potranno osservare e sperimentare i frutti della collaborazione tra uomo e natura. Inoltre non potrà mancare una sosta al museo Val Resia, collocato nella splendida cornice del Parco Naturale delle Prealpi Giulie. In questo caso sarà possibile effettuare ben quattro percorsi diretti ad altrettanti luoghi speciali del parco.

Infine l’Ecomuseo ‘I Mistirs’ nel comune di Paluro (Udine). Cuore dell’esposizione è la scoperta degli antichi mestieri, che tutti potranno provare, anche solo per un giorno, grazie a specifici laboratori creativi.

 

Seguici sui social

 






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ