Germinal Bio entra nel mercato della pasta

GERMINAL BIO

Condividi su:

Facebook
Twitter
LinkedIn

Germinal Bio fa il suo debutto nel mercato della pasta con una linea semintegrale, biologica, con grano italiano da filiera controllata, ottenuta mediante trafilatura ruvida.

Come fanno sapere dall’azienda, la scelta di produrre pasta risale a un paio di anni fa, quando la B-Corp di Treviso, guidata da Emanuele Zuanetti, ha acquisito la gestione operativa del Pastificio biologico A.S.T.R.A. Bio. All’interno del recente impianto produttivo di 15mila mq costruito in bioedilizia dove funzionano tre linee di produzione (pasta lunga, pasta corta e nidi) e con una potenzialità produttiva di 25mila ton/anno, nascono quindi quattro nuove referenze destinate agli scaffali della Gdo italiana, che saranno presentati in prima assoluta a Parma in occasione di Cibus 2024. I formati di pasta – spaghetti, penne, fusilli e tortiglioni – sono semintegrali, adatti a chi cerca un gusto meno marcato ma con i requisiti di benessere tipici della pasta integrale e con un contenuto di fibre pari a 5,7 gr per 100 gr, quasi il doppio rispetto a quello della pasta di semola.

La nuova linea, che entra a far parte del mercato della pasta ‘better for you’ (integrale, Kamut, farro, base legumi), va a completare l’assortimento di Germinal Bio, fino ad oggi composto da prodotti dolciari e salati da forno, piatti pronti freschi e da una linea di pasta senza glutine dedicata ai canali specializzati.

La nuova pasta Germinal Bio è confezionata in un imballo di carta e la distribuzione partirà nei prossimi mesi (attualmente è disponibile sul sito: www.shop.germinalbio.it).

Fonte: Alimentando

 

Seguici sui social

Notizie da GreenPlanet

news correlate

Alce Nero a Cibus 2024

A Parma ha preso il via la 22° edizione di CIBUS – International Food Exibition, che quest’anno supererà ogni altra per numero di espositori (oltre

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ