Cortilia cresce. E nel biologico vuole crescere ancora

cortilia

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Raddoppiata in tre anni la quota bio di Cortilia, sito di e-commerce dedicato all’home delivery dell’ortofrutta fresca e, in genere, alla spesa agroalimentare online, che ha registrato un vero e proprio boom del proprio giro d’affari, in tempi di pandemia, in linea con l’andamento generalizzato del settore. In crescita anche la private label ‘Scoperti da Cortilia per voi’, lanciata da poco, dove l’obiettivo è decuplicare le referenze (sia bio che convenzionali) in un anno e mezzo.
Intanto, Cortilia pianifica la conquista (graduale) dell’Italia, ossia l’ampliamento del proprio raggio di azione anche con il bio, per il quale la sua politica è quella di supportare al massimo i propri produttori/fornitori, nella conversione al biologico.
Ne parliamo con Marco Porcaro, amministratore delegato e fondatore di Cortilia, in un’intervista esclusiva per GreenPlanet.

– Quanto incide il bio sul totale del vostro giro d’affari e come si è sviluppato negli ultimi tre anni, di cui quasi due di pandemia?
“Ad oggi circa il 50% dei nostri prodotti complessivi proviene da agricoltura biologica. In questi ultimi tre anni la quota del bio è quasi raddoppiata. Per quanto riguarda l’incidenza sul giro d’affari, la linea di prodotti a marchio ‘Scoperto da Cortilia per voi’,  che è la PL di Cortilia, la percentuale del biologico pesa oltre il 40% del valore”.

– Visto il boom dell’e-commerce durante l’emergenza pandemica, pensate che possa essere uno strumento per fare da booster alla crescita della domanda di bio?
“L’emergenza sanitaria ha messo ulteriormente in luce delle problematiche ambientali che erano urgenti da tempo. L’agricoltura biologica è un metodo agricolo volto a produrre alimenti con sostanze e processi naturali che comporta un impatto positivo sull’ambiente e sulle persone: di fatto, quindi, per i nostri clienti poter scegliere tra una vasta gamma di prodotti biologici è un’opportunità per fare la propria parte nel processo di cambiamento”.

– Quali sono attualmente i prodotti bio più richiesti?
“Registriamo la domanda più alta tra le categorie di frutta e verdura. Crescono però carne e pesce che riteniamo continueranno ad alimentare questo trend positivo spinto dalle tematiche ambientali e di benessere animale che sono sempre più richieste dai nostri consumatori”.

– Quali progetti per sviluppare il vostro canale di vendita?
“Attualmente, il servizio di Cortilia è diffuso in Lombardia, nelle province di Milano, Monza e Brianza, Varese, Como, Pavia, Lodi, Bergamo, Brescia; in Piemonte, nella provincia di Novara e a Torino, e in Emilia-Romagna, a Bologna, Modena, Piacenza, Parma e Sorbolo. Ma stiamo lavorando per espanderlo anche in altre aree d’Italia. L’espansione sarà graduale perché non vogliamo in nessun modo scendere a compromessi con i nostri alti standard qualitativi di prodotto e di servizio”.

– Quali progetti per aumentare l’offerta di bio?
“Come Cortilia, scegliamo agricoltura biologica non intensiva da piccoli produttori e sosteniamo chi ci si sta avvicinando. Alcuni produttori erano già certificati bio quando li abbiamo conosciuti, altri invece erano o sono in conversione. Ci impegniamo quindi per aiutarli con tutti i nostri mezzi a sviluppare il loro business, per offrire ai nostri clienti una scelta di prodotti sempre più sana e accurata. Infatti, il processo che porta alla certificazione è molto lungo e richiede al produttore di sostenere costi maggiori a fronte di produzioni più limitate. Scegliere questi prodotti significa supportare i produttori e l’ambiente. Inoltre, da poco abbiamo lanciato un nuovo progetto: la linea di prodotti a marchio ‘Scoperto da Cortilia per voi’ che ha oltre 160 referenze di cui più del 40% proviene da agricoltura biologica. L’obiettivo è di far evolvere l’assortimento progressivamente nei prossimi 18 mesi per arrivare a 1500 referenze totali e alzare la percentuale del biologico fino al 50%”.

Mariangela Latella

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ