‘Con stile, cambio vita a Milano’

Con-Stile.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Un nuovo ‘patto di cittadinanza’ è nato a Palazzo Marino, nel cuore di Milano. Qui il Comune di Milano, Gianbattista Armelloni presidente Acli Lombardia, Emanuele Patti presidente Arci Milano, Damiano Di Simine presidente Legambiente Lombardia e 60 famiglie milanesi hanno messo la firma sulla ‘Carta Milano Sostenibile’, un patto simbolico con i cittadini che saranno primi attori della nuova campagna ‘Con stile, cambio vita a Milano’.

In occasione di Fa’ la cosa giusta!, la Fiera degli stili di vita sostenibili, (30 marzo -1 aprile) si ritroveranno poi per la prima volta tutti i nuovi attori che avranno aderito per fare un primo punto sui risultati della campagna.

‘Con stile, cambio vita a Milano’ è la campagna promossa da Acli, Arci, Legambiente, Fa’ la cosa giusta! per cambiare stili di vita a Milano, progettata in collaborazione con ‘Avanzi. Sostenibilità per Azioni’ e patrocinata dal Comune. La campagna nasce per promuovere un nuovo patto di cittadinanza che favorisca il cambiamento degli stili di vita e di mobilità anche in risposta alla crisi economica. ‘Con stile’ parte dalla consapevolezza che la Milano e l’Italia del futuro si possono costruire con tante piccole ‘manovre’ quotidiane ed è una proposta di azioni per le famiglie e i singoli cittadini, per i condomini, i circoli, le associazioni e le parrocchie, per le classi e le scuole, i negozi, gli uffici, le aziende e gli enti. A illustrare la campagna anche Chiara Bisconti, assessore al Benessere, Pierfrancesco Maran, assessore all’Ambiente, Andrea Poggio, vicedirettore di Legambiente e Miriam Giovanzana di Terre di mezzo Editore.

‘Guardando questo progetto mi è tornata alla mente una parola greca, simpatica, curiosa e dal suono dolce: tipota. – interviene Chiara Bisconti, assessora al Benessere e Qualità della Vita – Significa poco a poco, passo dopo passo. Penso sia l’essenza di questa iniziativa che trovo bellissima, utile e necessaria. Giorno dopo giorno, anche con piccoli gesti, si può incidere profondamente sulla qualità della vita propria e altrui. In un momento in cui l’amministrazione sta facendo una serie di passi coraggiosi di cambiamento, intervenendo anche su logore abitudini, solo una sinergia positiva, condivisa, può riempire di contenuti questi grandi atti. I gesti quotidiani sono decisivi. Possiamo fare decine di piste ciclabili, ma finché le persone ci parcheggeranno sopra, sono inutili. Le pratiche quotidiane possono cambiare il volto di una collettività. Questa iniziativa va esattamente in questa direzione e può insegnarci molto. Trovo fondamentale il ruolo attivo di cittadine e cittadini milanesi che con questa progetto diventano i protagonisti assoluti, attori in prima persona di un cambiamento, possibile e concreto, degli stili di vita. Ecco perchè il Comune di Milano e la sua amministrazione appoggiano e sostengono con forza e con entusiasmo questa campagna’.

‘Cambiare stili di vita e mobilità è una necessità ed un’opportunità per uscire dalla crisi rinnovati, grazie ad un patto con i cittadini e le famiglie – ha detto Giambattista Armellini, presidente di Acli Lombardia -. In tal senso, la campagna Con Stile è una grande sfida di impegno e partecipazione, ecologica ed etica, che accrescerà la qualità di vita delle persone che aderiranno. L’obiettivo di riuscire a far cambiare stile di vita ad almeno diecimila milanesi è ambizioso, ma possibile. Oggi è il primo passo di un lungo cammino che, con stile, percorreremo insieme’.

‘Arancione è stato il colore che ha contraddistinto la stagione precedente – dichiara Emanuele Patti, presidente di Arci Milano -. Adesso Milano amplia la tavolozza dei suoi colori con il verde per avviare un altro tassello del cambiamento. Con stile è una sfida importante, ecologica ed etica nello stesso tempo’.

‘Le scelte di vita, di consumo e di mobilità in una grande città non sono solo fatti personali – sostiene Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia – : è dalla somma di queste scelte che deriva la qualità della vita sociale e perfino la bellezza di una città. La Milano sostenibile e accogliente, che si riappropria degli spazi aperti, cammina, pedala e respira aria pulita, è un progetto a cui ciascuno può aderire, e non solo per generosità, perchè si può scoprire che vivere sostenibile conviene alla città, ma anche al proprio portafoglio’.

‘Con stile’ è la campagna dove sono i cittadini a diventare attori del cambiamento con azioni concrete e impegni quotidiani per risparmiare di più e inquinare di meno e per cambiare in prima persona la qualità della vita a Milano: cambiare significa, ad esempio, scegliere di usare di più i mezzi pubblici e la bicicletta invece dell’auto, di regolare la temperatura di casa propria o dell’ufficio in modo da risparmiare energia, dedicare alcune ore al volontariato o all’aiuto degli altri. Anche le aziende possono supportare la campagna e proporre innovazioni e nuove offerte di beni e servizi: solo così il cambiamento negli stili di vita da individuale potrà diventare della società intera, diventerà nuova economia e nuova occupazione.

L’adesione di una famiglia o di un’organizzazione e la scelta delle azioni da realizzare, saranno i primi passi per partecipare alla campagna. Inoltre, sarà garantito a tutti un percorso di affiancamento, grazie a incontri pubblici e al supporto di animatori opportunamente formati, che aiuteranno cittadini, famiglie e organizzazioni a intraprendere e portare avanti le proprie azioni.

La campagna ‘Con stile’ è, quindi, un percorso, condiviso e partecipato, che vedrà fasi diverse: entro il primo anno, l’obiettivo è di coinvolgere 2.000 attori del cambiamento e di monitorare la trasformazione delle scelte di consumo e di servizio di 10.000 milanesi. Alla conclusione di questa prima fase, saranno verificati i risultati, il numero delle adesioni, i progressi compiuti, il contributo al benessere generale della città, e verrà elaborato un report di sostenibilità e di rilancio della campagna. Le azioni saranno nel tempo presentate nel sito della campagna www.constile.milano.it e, dopo la registrazione, potranno essere scelte liberamente dai diversi ‘attori’ del cambiamento.

Con questa campagna, Milano rilancia così analoghe esperienze italiane ed estere: Venezia 2006 coinvolse 1200 famiglie nel progetto ‘Cambieresti’, Parigi lanciò nel 2011 le ‘eco-azioni’ per la ‘Paris durable’ e raccolse in pochi mesi sul web più di 600 adesioni individuali e collettive; più vicino a noi, sempre nel 2011, il progetto ‘La famiglia sostenibile’ elaborato e realizzato dall’Agenzia InnovA21 per lo Sviluppo Sostenibile per i Comuni soci (Barlassina, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Desio, Meda, Seveso e Varedo).

Ecco alcuni esempi dell’efficacia degli impegni che i cittadini possono prendere aderendo a ‘Con stile’.

NON SUPERO I 20 GRADI DI RISCALDAMENTO. È la temperatura massima consentita per legge e raccomandata dalle norme di igiene come ideale per il benessere. Superare i 20 gradi non fa bene al bilancio familiare: ogni grado di temperatura in più la spesa aumenta del 6-7% (100 €/anno). Anche del 40%, per chi vive a 24 gradi! In proporzione aumenta l’inquinamento (2 o 300 Kg di CO2 all’anno ogni grado in più).

SPENGO GLI STAND BY. Gli apparecchi collegati alla rete elettrica spenti o in modalità stand by consumano l’11% di tutta l’elettricità di una famiglia, per una spesa almeno di 70 euro all’anno. Come evitare subito a questo spreco inutile? Staccando la spina degli apparecchi inutilizzati oppure dotandoli di "ciabatte" intelligenti o con interruttore. Inquinamento: 170 Kg /anno di CO2 risparmiate.

A CASA MIA SI BEVE ACQUA DEL RUBINETTO. E’ buona, sicura e garantita e, rispetto all’acqua in bottiglia, non inquina e costa cinquecento volte meno. Per una famiglia che riduca del 70% il consumo di acqua minerale in bottiglia, il risparmio è importante: 200 euro all’anno in meno e 80 kg di CO2 evitate all’ambiente.

DIFFERENZIO PIÙ DELLA META’ DEI MIEI RIFIUTI. Ognuno di noi “produce” 500 chili all’anno di rifiuti: se separati in base al tipo ed alla natura dei materiali, diviene possibile un efficace riciclaggio e agevole il trattamento specifico di ogni materiale. Il riciclo di metà dei rifiuti permette di risparmiare 240 Kg all’anno a testa di emissioni di CO2.

RIDUCO GLI SPRECHI ALIMENTARI. La spesa famigliare per l’acquisto di generi alimentari ammonta a circa 470 euro mensili, di cui 40 euro sono dissipati per cibo che finisce in pattumiera senza neppure che venir toccato. Una spesa attenta, calibrata sugli effettivi bisogni, può dimezzare gli sprechi, risparmiare 2-300 euro all’anno e ridurre le emissioni di almeno 100 Kg/anno di CO2.

USO LA SPORTA DELLA SPESA. I 300 sacchetti di plastica usa e getta che consumavamo a testa nel 2010 sono stati parzialmente sostituiti da quelli in carta e in bio-plastica compostabile. Ma meglio ancora sarebbe usare la sporta riutilizzabile. Riducendo del 70% i sacchetti monouso, una famiglia di tre persone può risparmiare 50 euro all’anno e ridurre le emissioni inquinanti di 10 Kg di CO2.

FRENO GLI SPRECHI QUANDO SONO AL VOLANTE. Piccole attenzioni alla guida e una corretta manutenzione del veicolo consentono di ridurre i consumi di carburante fino al 30% e di inquinare, quindi, molto meno. Su 15mila chilometri di guida ecologica con un’auto di medi consumi, si risparmia circa 200 euro in un anno sulle spese di carburante e si evita il rilascio in atmosfera di 300 kg di CO2.

MI ABBONO AI MEZZI PUBBLICI. A Milano i mezzi di trasporto pubblico permettono di spostarsi agevolmente senza stress e senza problemi di parcheggio, il loro utilizzo contribuisce a ridurre traffico ed emissioni inquinanti, e fa anche risparmiare. Per chi acquista più di quattro biglietti singoli alla settimana, vale la pena l’abbonamento annuale al servizio (anche a rate mensili).

USO LA BICICLETTA PER TUTTI GLI SPOSTAMENTI BREVI. Non consuma e non produce emissioni, non ingombra e non fa rumore, migliora il traffico, l’ambiente, la salute e anche l’umore! La bici è il mezzo più veloce e conveniente per spostarsi in città. Utilizzata due volte al giorno per percorrere una distanza di 2,5 km si risparmiano ben 150 euro all’anno di benzina e l’emissione di 160 Kg di CO2. 

Seguici sui social







Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ