Con il progetto Oligea nasce la prima filiera italiana di eucalipto bio

EUCALIPTO BIO

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Nasce la prima filiera italiana dell’eucalipto bio, una pianta che, per dirla con le parole di Elena Giannini, imprenditrice agricola, “pur avendo radici ben salde a terra, cresce velocemente e mi ha sempre portato a guardare in alto verso il cielo”. Dopo aver lasciato un posto fisso come dirigente di GDO, Elena ha fondato Versil Green.

Qual è stato il motore? Un grande richiamo e amore per la natura che l’ha portata a coltivare l’eucalipto in una zona molto particolare, il terreno di bonifica di Massarosa, sulle sponde del lago di Massaciuccoli in provincia di Lucca. Intraprendendo un percorso di valorizzazione di piante e fiori, attraverso l’acquisizione di nuove competenze, trasversali e specifiche. Un percorso coronato dal progetto Oligea mirato a creare valore e diffondere benessere “attraverso le essenze naturali che la Terra ci offre con un modello produttivo sostenibile e di sviluppo virtuoso, inclusivo e radicato sul territorio toscano” con un forte orientamento al mercato estero.

– Quando, come e perché nasce l’iniziativa di una filiera di eucalipto bio?
“Il primo passo verso quella che oggi è la prima filiera italiana dell’eucalipto biologico è stato la nascita dell’azienda agricola Versil Green nel 1999. Abbiamo iniziato con 3.000 mq di terra, un piccolo appezzamento sul lago dove i miei genitori avevano realizzato una “baracchina” di legno immersa tra gli eucalipto e dove con amici e parenti negli anni ‘80 andavamo a trascorrere giornate felici in mezzo alla natura. Oggi coltiviamo oltre 16 ettari tutti certificati biologici e, in maniera inconsapevole, sono tornata a coltivare le terre dove i miei nonni hanno lavorato come mezzadri negli anni intorno alla seconda guerra mondiale”.

– Perché proprio l’eucalipto?
“Ho sempre associato la pianta dell’eucalipto alle mie radici, alla mia gioventù e alla mia terra. Nella nostra zona l’eucalipto si è diffuso dagli anni intorno alla seconda guerra mondiale, come pianta in grado di prosciugare le zone paludose, ma anche come frangivento, prodotto da biomassa per il legname e dagli anni settanta anche come prodotto destinato alla floricoltura.
Passione e motivazione, hanno portato la nostra azienda, favorita anche dal clima mite della nostra zona, a divenire un punto di riferimento per la fornitura di fronde di eucalipto in Italia e in Europa. Dall’eucalipto utilizzato per decorazione floreale ho poi proseguito nel mio percorso di valorizzazione di piante e fiori, formandomi e acquisendo nuove competenze nel settore del benessere naturale, sono iscritta all’albo degli Operatori del Benessere della Regione Toscana, e fitoterapico, oltre che accademico sono laureata in psicologia sociale. Inoltre, l’amore per la natura e per la ricerca quotidiana dell’essenza della vita mi hanno portata a specializzarmi nella coltivazione e trasformazione delle piante officinali, nell’estrazione di oli essenziali puri e naturali, in aromaterapia, formulazione di fragranze e rimedi naturali”.

– Mi racconta il progetto Oligea?
“Il progetto Oligea, ‘oli della terra’, nasce nel 2017. Riguarda la realizzazione di prodotti a base di oli essenziali e idroEssenziali estratti da diverse tipologie di piante, in particolare dalle migliori varietà di cultivar di Eucalipto. Così sono riuscita a chiudere in azienda la prima filiera agricola italiana dell’eucalipto biologico, un progetto dove coltivazione e trasformazione biologica, ricerca e tecnologie all’avanguardia si fondono per dare vita a prodotti interamente realizzati in Toscana. Questo progetto unisce l’alta professionalità nell’ambito della coltivazione e trasformazione biologica alla ricerca del Benessere psico-fisico, basandosi sulla tracciabilità e sul controllo della qualità di tutta la filiera produttiva, incentrata nelle Terre di Toscana. Con Oligea mettiamo in rete le eccellenze delle piccole aziende agricole con le grandi competenze dei piccoli artigiani del territorio toscano,  al fine di realizzare prodotti secondo tradizione ma con innovazione. È il progetto per il futuro che trae energia, risorse e ispirazione dalla cultura contadina, dalla terra, e dal rispetto della natura. Ispirandoci ai principi della green economy con il progetto Oligea anche le fronde ornamentali sono divenute  essenze preziose e eccellenti che vengono utilizzate per la distillazione, l’essiccazione e per glicerinati e tinture madri”.

– Quali sono state le prospettive di mercato che vi siete posti ad inizio attività?
“La scelta strategica che guida da sempre la nostra azienda agricola è raccogliere il venduto per clienti diversi, principalmente clienti esteri ed esportatori. Questa scelta ci permette di essere molto flessibili, oltre che distribuire il rischio e riuscire a soddisfare le esigenze di mercato”.

– Cosa ricomprende il vostro catalogo commerciale?
“Credendo nel motto ‘scienza e natura alleate per il benessere’ da sempre siamo impegnati in ricerche e studi in collaborazione con le università italiane per testare nuove soluzioni e garantire l’affidabilità ed efficacia dei prodotti realizzati. Abbiamo scommesso sulle varietà di eucalipto che già coltivavamo, le abbiamo caratterizzate e abbiamo prodotto il primo olio essenziale di eucalipto cinerea biologico made in Italy, distillato a bassa temperatura per preservarne intatti i principi attivi. Tutto è nato con lo sviluppo del progetto Oligea. Oggi, partendo dal seme di eucalipto fino all’estrazione del suo prezioso olio essenziale, siamo riusciti a chiudere il ciclo e produciamo e commercializziamo prodotti di bio eco cosmesi e di profumeria botanica ma anche detergenti per pulire la casa e alimenti biologici: dalle caramelle al miele fino alla birra artigianale bio aromatizzata all’eucalipto. Stiamo parlando di prodotti biologici e toscani al 100%, prodotti nutraceutici e cosmeceutici, che non hanno imitazioni sul mercato”.

– Quali sono le linee di prodotti cui vi dedicate?
“Euka: linea di alimenti biologici e di bio eco cosmesi a base di estratti e oli essenziali 100% puri e naturali tra cui l’olio essenziale di eucalipto cinerea, l’unico  certificato biologico e con origine Made in Italy garantita. Melogranoantico: linea di bio profumeria con oli essenziali e idrolati biologici ispirata alla natura. La profumeria d’autore firmata Oligea. Euclinda: la linea di detersivi ecologici e igienizzanti dedicata alla pulizia di ogni ambiente, dalla casa al posto di lavoro a base di estratti biologici di eucalipto italiano. Con tensioattivi di origine vegetale e conformità al sistema HACCP. Natura in Tazza: linea di tisane biologiche prodotte con piante officinali pure e naturali, senza conservanti e coloranti. Sinfonie d’Aromi: mix di erbe e sali aromatizzati, condimenti biologici in polvere o tritati naturali e senza ingredienti artificiali aggiunti. Ecoprinting: linea di stampa botanica su tessuti naturali realizzata con foglie di eucalipto che dona sfumature di colore, energia e profumo”.

– Quali sono i principali risultati che avete raggiunto in questi anni?
“Il risultato più grande e soddisfacente è quello di essere riusciti a chiudere in azienda la prima filiera italiana dell’eucalipto biologico in Italia, controllando dal campo al prodotto finito tutti i passaggi per la realizzazione di prodotti di valore 100% naturali, certificati biologici e made in Tuscany. Un valore che in termini economici, per quanto riguarda l’eucalyptus come materia prima, è certificato dal risultato di ogni anno in cui siamo in grado di esaurire la produzione grazie alla cooperazione con altre realtà. Una missione che mi rende orgogliosa della strada intrapresa dall’azienda nata da un grande sogno, ma dal nulla economicamente parlando. Un sogno che si è concretizzato con la nascita del progetto Oligea”.

– Cosa rappresenta per voi il biologico?
“Il biologico è uno stile di vita. È senso di responsabilità verso l’ambiente e le persone che consapevolmente scelgono ogni giorno di acquistarlo. Per me questo è un aspetto da cui un imprenditore del settore oggi non può prescindere se vuole realmente offrire al mercato prodotti di qualità del vero biologico da valore riconosciuto e certificato”.

– Come vedete gli sviluppi del mercato del Bio più in generale?
“Grazie all’aumento di consapevolezza dei coltivatori ma soprattutto delle persone che acquistano prodotti bio il mercato è sicuramente in crescita. La condizione perché la crescita sia forte però è che i principi che guidano la produzione di prodotti bio siano veri e autentici ma soprattutto che le istituzioni e la politica sostengano le aziende impegnate nel fare il vero bio.  Ciò significa intervenire con una prospettiva a 360° che dalle politiche ambientali e tutela dei terreni, passi per la lotta all’inquinamento e controlli seri, arrivando ad abbracciare l’intero sistema economico per innescare una radicale trasformazione del sistema produttivo e di sviluppo orientato alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica”.

– Quali sono i vostri canali di vendita?
“Versil Green, specializzata nella commercializzazione di fronde ornamentali di eucalipto in Italia e estero si basa su una struttura di clienti e cooperazioni con diverse tipologie di realtà. La rete commerciale dei prodotti a marchio Oligea sono distribuiti prevalentemente sul territorio toscano e in generale in tutta Italia. Sono presenti in molte farmacie, negozi biologici specializzati, negozi di vicinato e per alcune tipologie di prodotto anche all’interno di GDO come prodotti tipici del territorio anche se la nostra estrazione rurale ci porta a vivere mercati contadini e G.A.S., dai quali traiamo fonte di ispirazione e ricchezza culturale, grazie al contatto diretto con i nostri clienti e dai loro preziosi feedback. I prodotti Oligea sono disponibili anche sulla piattaforma e-commerce e sui principali portali online di vendita di prodotti bio per poter raggiungere il consumatore direttamente a casa”.

– Come ha impattato sulle vendite l’emergenza Covid-19?
“La pandemia e la crisi del settore floricolo, con lo stop della raccolta e produzione, ci hanno portato a cogliere nuove opportunità, adattando velocemente l’azienda per sfruttare al meglio le proprietà antisettiche e antibatteriche dell’eucalipto. Così abbiamo accelerato lo studio e la messa in commercio di un gel igienizzante a base di eucalipto biologico, ovviamente con una percentuale di alcol oltre il 70% come da indicazione delle autorità. La realizzazione di un gel igienizzante per le mani era già da tempo nei nostri pensieri ma lo scoppio della pandemia da coronavirus ha accelerato tutto. Sono stati realizzati diversi formati, adatti per ogni situazione”.

– Cosa fate per preservare l’ecosostenibilità?
“Coltiviamo terreni con tecniche innovative e biologiche, sosteniamo produzione di stagione, ci impegniamo con progetti educativi per la promozione del km0. Inoltre, dalla produzione arriviamo a produrre o scarti utilizzando tutte le parti della pianta. Utilizziamo energie sostenibili nei lavoratori con energia autoprodotta ed educhiamo alla tutela della natura con i progetti e laboratori della Fattoria Didattica Il Giardino di Manipura, un progetto sociale di Agricoltura Evolutiva promosso da Oligea”.

– Quali sono i vostri obiettivi futuri? Avete progetti in cantiere? Novità di prodotti?
“Le idee di sviluppo di nuovi prodotti sono molte e tutte per il benessere psicofisico delle persone sfruttando le proprietà dell’eucalipto e di molte altre piante officinali che coltiviamo in azienda. In particolare, una delle principali prospettive sarà quella di intraprendere un percorso di studi e ricerche per lo sviluppo di prodotti alimentari biologici e nutraceutici”.

– Come vi ponete rispetto all’estero?
“Per quanto riguarda l’azienda agricola Versil Green e quindi la commercializzazione di fronde ornamentali di eucalipto quello estero è il mercato di riferimento da oltre 20 anni. Per i prodotti a marchio Oligea la strada da percorrere e il lavoro da fare è ancora molto ma l’ambizione è quella di riuscire a promuovere con forza i valori del nostro progetto a livello nazionale ed internazionale”.

– Se dovesse scegliere parole per descrivere il futuro dell’azienda, cosa direbbe?
“Il rispetto della nostra missione: Oligea fa bene a te, agli agricoltori e al territorio italiano nel rispetto della Terra e delle generazioni future”.

Stefania Tessari

Seguici sui social

Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ