A ‘Marca’ il biologico alla ribalta

marca%20bolognafiere%20greenplanet_0.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

 ‘Marca’ è il primo appuntamento fieristico per la stagione 2013 per CCPB e Consorzio Il Biologico. La fiera dedicata alla marca commerciale nella distribuzione moderna apre a Bologna il 16 e 17 gennaio.

Come sottolinea Fabrizio Piva, amministratore delegato di CCPB, ‘il biologico è ormai da parecchi anni un prodotto di marca che a pieno titolo fa parte integrante delle tematiche e dell’offerta di questa fiera’. La certificazione garantisce inoltre un prodotto sano, rispetto dell’ambiente e della salute del consumatore. La presenza al Marca fa sì che CCPB e Consorzio Il Biologico, con una selezione di prodotti delle aziende associate, possano lavorare insieme alle eccellenze del mondo della marca commerciale. Lo stand del gruppo bolognese sarà presso il padiglione 25, postazione C29.

Con grande interesse – si legge in un comunicato di CCPB – ci apprestiamo a partecipare incontrando imprese e operatori del settore italiani ed esteri, e seguendo seminari e convegni come quello di apertura: ‘Il contributo della marca del distributore al sistema produttivo italiano’, nel quale si vedrà come al trend positivo, più 18%, della quota di mercato della marca del distributore registrato nel 2012, contribuiscano anche il biologico e gli altri prodotti certificati.

Il che, oltre a rappresentare un successo economico importante anche in ottica nazionale e internazionale, segnala come ‘il biologico abbia contribuito a inserire l’ambiente e la sostenibilità fra i temi più importanti che oggi la marca è in grado di veicolare’. Proprio per questo, sottolinea ancora Piva, CCPB oltre alla certificazione del biologico ha definito l’ Impatto ambientale verificato, uno specifico schema di certificazione della sostenibilità e della sua comunicazione sia al mercato che al consumatore finale.

La marca del distributore continua a registrare un trend di crescita raggiungendo una quota di mercato del 18% (fonte SymphonyIRI Group), malgrado l’attuale contrazione dei consumi. Rappresenta quindi per il consumatore un ottimo bilanciamento tra prezzo e qualità. Sono sempre di più, infatti, i prodotti a marca del distributore che le grandi catene presentano sui loro scaffali, spaziando dai prodotti agroindustriali, a quelli bio, ai top di gamma, ai prodotti di filiera controllata. Nella cornice del convegno principale della rassegna bolognese verranno approfonditi i temi riguardanti il contributo della GDO e della marca del distributore al sistema produttivo italiano, attraverso l’analisi di ricerche e dati aggiornati sul settore.

In particolare si evidenzierà come la GDO e i prodotti a marca del distributore rappresentino una risorsa strategica per portare su tutto il territorio nazionale (e in alcuni casi internazionale) l’eccellenza del Made in Italy valorizzandone la provenienza geografica, contribuendo così alla crescita dei distretti agro-alimentari e delle produzioni DOP e IGP e favorendo lo sviluppo di alcuni specifici mercati.

 

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

Al via la seconda edizione Bio in Sicily

Dal 1 al 3 ottobre 2021 Bagheria ospiterà nella prestigiosa Villa Palagonia, la seconda edizione Bio in Sicily, una tre giorni dedicata all’agricoltura, alla pesca mediterranea

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ