Svizzera: più patate bio prodotte da meno aziende

Patate.JPG

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

In Svizzera il numero di aziende biologiche produttrici di patate è sceso del 30% (-249 aziende) nel periodo dal 2000 al 2014, mentre la superficie totale su cui si coltivano le patate bio è aumentata del 22% (da 464 a 564 ettari). Evidentemente si è verificato un processo di concentrazione con meno aziende ma decisamente più grandi.

Nello stesso arco di tempo è cresciuto anche il grado di specializzazione. Quest’ultimo viene definito a livello di azienda come rapporto tra superficie messa a patate e superficie agricola utile totale.

 

La superficie coltivata di aziende che seminano patate su oltre il 10% della loro superficie agricola utile è aumentata del 175%. Grazie all’aumento della specializzazione, si può ottenere un effetto sotto il profilo dell’economia di scala (ottimizzazione del rendimento delle macchine, sconti quantità sulle sementi, ecc.) che si ripercuote positivamente sui risultati aziendali.

D’altro canto, però, quando la specializzazione è notevole va tenuta sotto controllo la varietà di superfici per l’avvicendamento delle colture, che produce un effetto positivo contro malattie e parassiti.  

 

Seguici sui social







Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ