Chevrolet lavora sulla prossima concept elettrica

EN_V%20Chevrolet_0.jpg

Condividi su:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

 DETROIT – In risposta alla crescente domanda di mezzi di trasporto sicuri, connessi e non inquinanti, General Motors sta lavorando al nuovo concept di auto elettriche EN-V, prevedendo inoltre programmi pilota dimostrativi nelle grandi città del mondo per determinarne la fattibilità.

“Le future concept elettriche avranno il marchio Chevrolet”, ha dichiarato ai media Chris Perry, vice presidente marketing e strategia globale Chevrolet, poco prima dei festeggiamenti per il centenario di Chevrolet, che si svolgeranno il 3 novembre.

"Per i suoi 100 anni, il marchio Chevrolet si è concentrato sulla realizzazione di tecnologie all’avanguardia accessibili e ad un costo contenuto al fine di migliorare la vita dei clienti, e la Chevrolet EN-V continuerà questa tradizione," ha aggiunto Perry.

"Entro il 2030, oltre il 60 per cento della popolazione mondiale (che avrà raggiunto gli 8 miliardi) vivrà in aree urbane," ha dichiarato Perry. "La Chevrolet EN-V costituisce una soluzione possibile per i clienti di tutto il mondo che vivono in mercati dove sono necessarie soluzioni di trasporto alternative."

La pluripremiata Chevrolet EN-V, abbreviazione che significa veicolo elettrico in rete, è una concept elettrica due posti che mantiene il principio fondamentale della mobilità urbana e personale: la libertà.

La EN-V, una delle stelle dell’Expo Mondiale di Shanghai del 2010, è stata progettata per limitare l’inquinamento ambientale, ridurre il traffico, i problemi di parcheggio, di sicurezza e di consumo energetico.

La prossima serie della concept Chevrolet EN-V sarà dotata di nuove funzionalità sulla base delle richieste dei clienti, come il controllo dell’impianto di condizionamento, vani portaoggetti personali, operatività in qualsiasi situazione meteorologica e del manto stradale, mantenendo gli elementi fondamentali della EN-V originaria, come le piccole dimensioni e la manovrabilità. Conserverà anche la propulsione elettrica a batteria, la connettività e le possibilità di guida autonoma.

"La Chevrolet EN-V può reinventare il trasporto in alcuni mercati fondamentali creando un veicolo dotato di un nuovo DNA, grazie alla convergenza tra elettrificazione e connettività," ha dichiarato Chris Borroni-Bird, responsabile GM per gli Advanced Technology Vehicle Concepts. "Offre una soluzione ideale per un trasporto urbano non dipendente dal petrolio e a emissioni zero, riduce il traffico e gli incidenti, è più divertente e alla moda che mai."

Ad aprile, GM e la Sino-Singapore Tianjin Eco-City Investment and Development Co. Ltd. (SSTEC) hanno firmato una lettera di intenti per collaborare all’integrazione della prossima serie di EN-V nella eco-città di Tianjin dal punto di vista dell’elettricità, della comunicazione e delle infrastrutture fisiche.

Borroni-Bird ha dichiarato che Chevrolet esaminerà altri luoghi nel mondo – tra cui gli Stati Uniti – per la conduzione di eventuali programmi pilota.

La EN-V è un veicolo a emissioni zero azionato da batterie agli ioni di litio. Si ricarica da una tradizionale presa domestica, ed è in grado di percorrere almeno 40 km con una ricarica completa, un’autonomia accettabile per la maggior parte degli spostamenti urbani.

Abbinando il GPS, la comunicazione tra veicoli e le tecnologie di rilevamento della distanza, la EN-V può essere guidata manualmente o in autonomia. In modalità autonoma, la EN-V garantisce la mobilità a persone che altrimenti non guiderebbero un’automobile. Sfruttando la comunicazione wireless, permette a guidatori e passeggeri di comunicare senza l’uso delle mani con gli amici o i colleghi di lavoro mentre si è alla guida.

La possibilità di comunicare con altri veicoli e con l’infrastruttura potrebbero aiutare la EN-V a ridurre significativamente il numero di incidenti e facilitare la ricerca di parcheggi. Potrebbe inoltre ridurre il traffico, selezionando automaticamente la strada più veloce in base alle informazioni in tempo reale.

"Questa piattaforma tecnologica costituita da propulsione elettrica, sensori, comunicazione wireless e navigazione GPS probabilmente passerà dalla concept EN-V ad altre automobili e potrebbe portare alla realizzazione di veicoli più sicuri e puliti in futuro," ha dichiarato Borroni-Bird.

Seguici sui social






Notizie da GreenPlanet

news correlate

INSERISCI IL TUO INDIRIZZO EMAIL E RESTA AGGIORNATO CON LE ULTIME NOVITÀ